Evoluzione

Un pesce fuor d’acqua – uno sguardo all’evoluzione dei primi animali terrestri.

Un pesce fuor d’acqua – uno sguardo all’evoluzione dei primi animali terrestri.

Elia Magrinelli

Agosto 6th, 2015

No comments

Il Bichir è un pesce che vive in Africa. Come tutti i pesci anche il Bichir vive in acqua. Tuttavia alcuni esemplari, sotto la cura di Emily Standen, professoressa all’università McGill in Canada, vengono fatti crescere sulla terra. Emily Standen ha fatto crescere alcuni di questi pesci sulla terra per vedere se questo cambiamento ambientale li aiutasse in qualche modo a camminare meglio. Tutto questo è possibile perché il Bichir, a differenza di molti altri pesci, è dotato di polmoni oltre che di branchie, possono quindi respirare aria. Il solo fatto di avere polmoni non è sufficiente a permettere a questo pesce di camminare sulla terra. I dipnoi ad esempio sono altri esemplari di pesci dotati di polmoni, ma incapaci di camminare. Il Bichir è un pesce che è normalmente in grado di camminare in un modo che si pensa sia molto simile a quello degli antichi tetrapodi, i primi animali a colonizzare la terra ferma. Pertanto studiare come questi pesci possono reagire ad essere allevati sulla terra ferma può aiutarci a capire avvenne l’evoluzione della capacità di muoversi sulla terra.


Emily Standen, nel suo lavoro, ha cresciuto un gruppo di Bichir in acqua ed un secondo gruppo sulla terra, dopodiché ha ripreso la loro camminata con telecamere ad alta velocità. I suoi dati hanno mostrato che i Bichir cresciuti sulla terra possedevano capacità di camminare più efficienti di quelle dei Bichir cresciuti in acqua. In particolare la cattività sulla terra ha indotto i Bichir a sollevare la loro testa più in alto durante l’esecuzione di un passo. Questi dati suggeriscono che il Bichir possieda l’abilità di modificare il suo modo di camminare in base all’ambiente in cui vivono, un principio chiamato plasticità. Sebbene la plasticità sia un processo molto studiato, per la prima volta viene mostrato che questo meccanismo può anche aver facilitato un passaggio comportamentale estremamente influente nella storia dell’evoluzione, quale la colonizzazione della terra ferma.


Inoltre la dottoressa Standen ha esaminato l’anatomia dei Bichir cresciuti sulla terra ha potuto notare che in alcune parti lo scheletro ed i muscoli di questi pesci si sono modificati, mostrando come oltre alla plasticità del comportamento anche la plasticità dell’anatomia interviene ad adattarsi all’ambiente. Queste modifiche nello scheletro sono molto simili a cambiamenti già osservati nei fossili di specie molto vicine a livello evolutivo proprio durante la loro transizione dalla vita acquatica alla vita terrestre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *